top of page

Asana

Una posa di asana o yoga è un contenitore di un'esperienza. È una forma che abitiamo per un momento, una forma in cui entriamo e da cui usciamo, un luogo in cui potremmo scegliere di fermarci nel movimento ininterrotto della vita. Nelle posizioni yoga, sperimentiamo una sezione trasversale di una progressione senza fine di movimento e respiro, che si estende infinitamente avanti e indietro nel tempo.

Ogni asana è una pratica per tutto il corpo in cui possiamo testimoniare come le cose sorgono, come sono sostenute e come si dissolvono o si trasformano. Possiamo vedere come siamo influenzati dall'esperienza di muoverci nella posa, essere nella posa, e uscire dalla posa, e come ciò potrebbe influenzare altri luoghi della nostra vita in cui incontriamo il cambiamento.

Potremmo parlare di una posizione finale, ma in realtà l'immagine che manteniamo è una specie di istantanea in una progressione infinita di movimento. Finché siamo vivi, non siamo mai realmente fermi.

L'asana non è solo la disposizione finale degli arti e della colonna vertebrale, ma è l'intero processo per arrivare a quella disposizione. Se guardiamo al processo piuttosto che al prodotto finale, siamo in grado di sviluppare variazioni che aumentano o diminuiscono la sfida dell'asana senza sentire che non stiamo effettivamente facendo l'asana finché non mettiamo la testa sul ginocchio, le mani per il pavimento, o qualche altro obiettivo concreat.

(Yoga Anatomy, Kaminoff e Mathews)

Ci sono tre tipi di immobilità che cerchiamo in un'asana:

  1. Del corpo, come una montagna maestosa

  2. Del respiro, come un calmo lago di montagna

  3. Della mente, come il blu profondo del cielo

(Yin Yoga, Bernie Clark)

  • stai fermo
  • respiro
  • osservare
  • sentire
  • regolare ed evolvere
  • essere nel momento presente
bottom of page